MANIACE: VIA AL PINZONE BIS, MA C’E’ CHI AVANZA SOSPETTI Stampa

Salvatore Pinzone Vecchio è stato riconfermato sindaco di Maniace con un voto quasi plebiscitario. Su 2596 votanti, ben 1338 elettori lo hanno votato, permettendogli di conquistare il 52,43% delle preferenze. I suoi avversari hanno segnato il passo, conquistando Franco Parasiliti 665 consensi pari al 26,06%, ed Emilio Conti 549 pari al 21,51%. Una vittoria netta che ha emozionato il vincitore ed insospettito gli avversari che ieri, a spoglio quasi completo hanno mostrato perplessità ed affermato di valutare la possibilità di presentare ricorso. «Ringrazio i miei sostenitori e tutti i concittadini di Maniace. Questa vittoria conferma la bontà della nostra azione amministrativa. Quello che secondo me ha avuto un peso nelle scelte degli elettori è stato il fatto che personalmente dal primo giorno in cui mi sono insediato 5 anni fa, ho fatto il possibile per essere il sindaco di tutti. Ora mi aspettano diverse sfide - ha concluso - Innanzi tutto migliorare la viabilità interna ed i collegamenti con i paesi vicini». I suoi avversari, invece, hanno preferito riflettere e non avventurarsi in dichiarazioni ufficiali. Molti candidati, infatti, si aspettavano consensi sicuramente maggiori e questo ha fatto infondere un po' in tutti diversi sospetti. Per questi numerosi candidati hanno parlato con i carabinieri per verificare se le operazioni di voto si fossero svolte con regolarità. A Maniace è pure giunto il comandante della Compagnia di Randazzo, capitano Donato Pontassuglia che ha tranquillizzato tutti. Oggi ne sapremo di più.