PARTE LA “TRE GIORNI” DI CICLISMO CRONOMETRO CON 32 SQUADRE Stampa

Dopo una lunga fase preparativa parte oggi la “Tre Giorni Siciliana”, la gara di ciclismo juniores organizzata dalla Sp Siciliana Energym Bronte. E, proprio dalla Città del Pistacchio, scatterà l’evento che prevede nel primo appuntamento una cronometro individuale di 10,7 km. Ieri il team manager della società brontese, Saro Di Paola, ha completato la ricognizione, visionando il percorso che porterà da Bronte a Maniace che si presenta completo con curve piccole salite “mangia e bevi” che dovrebbero favorire gli specialisti. Difficile aspettarsi sorprese. Il raduno è fissato accanto al suggestivo Castello Nelson. Il primo atleta partirà alle 16,30 da via Palermo, l’arrivo è in via Margherito a Maniace. Lo spettacolo è assicurato anche per la presenza di 42 giovani speranze Allievi. Tra di loro spicca il beniamino di casa Longhitano, pronto a scrivere una pagina importante per suggellare una stagione che sinora lo ha visto sempre tra i primi. Domani la carovana si trasferisce a Melilli (93 km). Domenica il gran finale ad Acicatena (96,7 km).

IERI LE SQUADRE. Una giornata intensa per lo staff della Sp Energym Bronte. Ieri si sono succeduti gli arrivi delle formazioni che parteciperanno alla “Tre Giorni Siciliana”. Sono sbarcati a Catania la Trissa Team, le squadre pugliesi, la Sardegna e la Noterasco di Teramo. La partecipazione di quest’ultima rappresenta, oltre un segnale sportivo forte, una presenza simbolica forte di una regione come l’Abruzzo che sta provando a risollevarsi dopo il sisma che ha colpito la regione. STAFF. Per l’organizzazione di un evento di tale portata con 32 squadre, la Sp ha coinvolto 80 maestranze che si occupano di curare i vari aspetti che richiede una gara ciclistica. Tra le figure più importanti occorre ricordare il responsabile della manifestazione, quello che si occupa della logistica, la direzione di organizzazione, segreteria, i giudici di gara, gli allestimenti, il cambio ruote, addetti alla giuria, la radio corsa. Esperienza che Saro Di Paola e i collaboratori hanno acquisito nelle corse a tappe in cui ha partecipato la formazione brontese, La struttura logistica pesa sulle spalle di Enzo Incognito, braccio destro di Saro Di Paola. In particolare, come ci tiene a ribadire lo stesso Di Paola, la “Tre giorni Siciliana” si avvarrà della professionalità della segreteria organizzativa della “Tre giorni Orobica”, la classica internazionale che si correrà, dal 22 al 26 luglio, a Bergamo e provincia (Patrizio Lussana, Claudio Mologni, Mara Mologni, Antonio Torri), che ha lanciato nel passato professionisti come Eros Capecchi, Francesco Gavazzi ( ciclista della Lampre che parteciperà al Giro d’Italia) e Mattia Gavazzi, figlio del grande Pierino Gavazzi che corre professionista con la Diquigivanni.

LA CLASSIFICA. Per concorrere all’assegnazione del trofeo della “Tre giorni Siciliana” bisognerà partecipare alle tre tappe in programma. Si assegneranno punti ai primi 25 classificati ( da 40 punti a 2). Dal ventiseiesimo in poi il classificato si aggiudicherà un punto. A pari punti si terrà conto del numero di tappe concluse e delle tappe vinte.